LACK00 danish lab - Perchè gli oggetti lasciano il tempo che trovano

Lab -> blog

Un mese in Danimarca - parte 1

Il viaggio del non ritorno. Anno 2012.

Quando ancora Lack00 era meno di un'idea, era un sogno, quando ci scherzavamo su, quando facevamo a gara a chi ne sapeva di più, quando non pensavamo ci saremmo tornati così tante volte, quando non sapevamo che poi avremmo voluto iniziare a venirci così tante volte.

Quando siamo andati fin lassù covando il sogno di tornare con dei listoni lunghissimi di parquet chiaro ed invece tornammo con degli amici che erano amici di amici che erano a loro volta amici di altri amici...ma alla fine tornammo senza quei listoni di parquet lunghissimi...

Ed il DanishLab ancora non esisteva, esisteva solo l'amore per la nordic life.

E da appena un anno e mezzo esisteva anche Instagram con i suoi primi filtri che erano abbastanza orribili, no? :))

Furono quasi 4 settimane in giro per la Danimarca seguendo questa rotta: partenza da Aalborg (c'è l'aereoporto) che ti permette di gironzolare strategicamente per il Nord dello Jutland e poi dirigerti a Sud verso Aarhus e quindi ancor più giù verso Billund dove c'è Legoland. Peccato che le coste Est ed Ovest dello Jutland siano meravigliosamente selvagge e quindi sarai comunque costretto a zizzagare (si dice?) durante il percorso. Dal Sud dello Jutland diventa più facile proseguire verso Odense (l'isola di Fyn è bellissima) per poi tirare dritto (dici così ma non tirerai mai dritto) fino a Copenaghen e mentre macini km che ad un certo punto deciderai di vendere mobili danesi per avere la scusa di tornare :)))

Dai iniziamo il viaggio?!?
La prima città danese che ci accolse fu Aalborg dove Lack02 iniziò a destreggiarsi fra i primi Lego e Lack01 iniziò i primi rudimenti riguardo pattern e design.
Nel mentre Lack00 era lost in traslation e cercava la sua verà identità.

ll viaggio come detto prevedeva molta strada da fare.
Dieci giorni per lo Jutland in lungo e largo.
Da Skagen non saremmo più voluti tornar via, lì imparai a conoscere la piccola tenacia di Lack01.

A Grenen infatti succede che due mari si incontrano, finchè lo leggi ok ma quando lo vedi ti rendi conto di quanto sei davvero poca cosa davanti alla forza della natura. Provare a spiegarlo ai tuoi figli non è stato necessario stavolta. Lack02 impazzito per il trattore che cammina sulla spiagga, Lack01 invece che cercava di direzionare le onde verso un solo lato. Non avevo fatto in tempo a dirle che un altro trattore sarebbe tornato a prenderci che lei inseguì il primo per centinaia di metri correndo, piangendo e strillandogli di fermarsi fin quando questo si fermò davvero ed un omaccione baffuto le chiese "where is your dad?" e lei incazzatissima si girò e puntò il dito lontano verso di me. Non sapevo sapesse già l'inglese. Andammo via. Mi odiò per ore.

No anzi per soli dieci minuti, il tempo di arrivare in un posto che non esiste: Råbjerg Mile.

Nel deserto c'ero già stato dieci anni prima con chi ha costruito questo sito. Ma non nel deserto dove vedi il mare e se lo dici ad un bambino non sei più credibile.

Se è il bambino a vederlo allora capita che ridendo ti dice "ok ed ora come lo spiego alla maestra?"

Lo ricorderò come uno dei giorni in cui abbiamo riso di più.

Tutta la sua felicità.

Il suo essere libera.

La sua indole.

Il vento.

La ricerca del mare sempre.

La sua incredibile forza, non solo fisica.

Lack02 nel mentre russava in macchina.

Scendiamo verso Sud.

La spiaggia di Lokken è a dir poco selvaggia.

L'idea era non lasciare mai la costa o quantomeno tenerla, e quindi ad Hals prendemmo un minitraghetto.

I km aumentavano mantendeno un altro riferimento, la via della margherita.

Un consiglio per chi andrà: più ti perdi più trovi mobili danesi nei posti più improbabili; i negozi di abbigliamento per esempio sono una fucina impensabile.

Arrivammo a Aarhus dove incontrai Nanna, la proprietaria di casa.

Le conferme sui mobili danesi originali anni '50, i suoi libri, i suoi mobili in casa, i suoi amici.

Le prime dissertazioni sulla filosofia hygge.

E soprattutto l'incontro con le nostre papere...

L'idea a questo punto era scendere verso l'isola di Rømø.

Ma non c'è più tempo per raccontare ora, dobbiamo andare in Laboratorio per un appuntamento.

To be continued...

 

#blog_Viaggi
Lascia qui il tuo commento
Dichiaro di aver preso visione delle condizioni generali e dell'informativa privacy autorizzando il trattamento dei miei dati personali
La Kulturnatten e i 100 anni di Wegner
Bruxelles ed il Design Market
Amsterdam ed il Design Icons
Sideboard vs Credenza o Lack00 vs G ?